Occhio alle antenne!

IMG_0640

 

In questi giorni a Terracina si riparla di antenne di ripetitori

Arrivano richieste di nuove installazioni e di adeguamenti di quelle esistenti.

Tutta la materia è regolamentata da leggi nazionali e dal Piano di Riassetto Analitico delle Emissioni Elettromagnetiche Territoriali (PRAEET) elaborato  dalla società Centro Ecologia dell’ Habitat e adottato all’unanimità dal Consiglio Comunale nel 2009.

Con tale Piano sono stati censiti  “gli impianti ed elettrodotti generatori di emissione di basse ed alte frequenze di campi magnetici (C.E.M.), al fine di poter individuare, attraverso un ” Piano delle antenne” i siti ritenuti più idonei per la collocazione degli impianti”.

Allegato al Piano, infatti, si trova l’elenco dei siti preferenziali in cui verosimilmente il fondo elettromagnetico esistente consente l’insediamento di nuovi impianti.

 

AP 1 Cimitero di Borgo Hermana
AP 2 Stadio Comunale
AP 3 Monte Pilucco
AP 4 Depuratore comunale Via Appia Km 103
AP 5 Via Vallone “Centrale Enel” (SRB esistente TC2422)
AP 6 Via Appia Km 101
AP 7 Rotatoria Viale Europa – Piazzale Donatori di Sangue
AP 8 Piazza Buozzi
AP 9 Via Pontina Km 104+300 (Agip) (SRB esistente TC245 – TC2418)
AP10 Rotatoria Via Pontina Km 103
AP11 Rotatoria Via Pontina Km 99
AP12 Rotatoria Via Badino – Via Friuli Venezia Giulia

 

L’intero documento è qui Intervento E Consegna

IMG_0641Il Piano non è stato più aggiornato mentre sono state avanzate proposte di  altre aree preferenziali senza lo studio preliminare di una società specializzata come quella che predispose il PRAEET.

Intanto  fioccano le richieste delle aziende interessate per insediare nuove antenne (a Borgo hermada, sul centro storico alto e dietro l’Agip di via Badino, quest’ultima già esistente era stata smontata con soddisfazione dei residenti) e per  potenziare quelle esistenti.

Gli uffici comunali cercano di far rispettare il più possibile il PRAEET ma quando le aziende interessate usano le leggi nazionali per forzare la norma locale o nel caso di aumento di potenza di emissione, in assenza di uno studio del fondo elettromagnetico non possono far altro che affidarsi al nulla osta dell’ARPA Lazio.  Incrociamo le dita!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...