Caro Assessore, il suo silenzio ci preoccupa

175484_comune-di-terrac_1

 

Il WWF Litorale Pontino ha scritto all’Assessore all’Ambiente del Comune di Terracina, Fabio MInutillo.

 

 

 

 

adesivo1

 

 

Si stanno accumulando troppe questioni riguardanti l’ambiente nel silenzio del responsabile amministrativo del settore.

 

 

 

 

La nostra associazione,  preoccupata della debolezza dell’assessorato di riferimento, sollecita l’assessore Minutillo ad impegnarsi nella tutela dell’ambiente da cui dipende la qualità della vita dei cittadini. Ecco la lettera CaroAssessore

Annunci

La Settimana europea della Mobilità sostenibile ha incontrato la grande marcia mondiale contro i cambiamenti climatici

NYC-PCM

 

 

Domenica 21 settembre in ogni parte del mondo si sono messi in marcia migliaia di cittadini per chiedere ai responsabili delle scelte politico-economiche di accelerare il passaggio alle fonti energetiche rinnovabili. A New York sono stati trecentomila.

 

 

 

Anche in molte città italiane i cittadini hanno mostrato il cuore, simbolo dell’amore verso la madre terra messa in pericolo dai cambiamenti climatici indotti dall’uso delle fonti energetiche fossili. Ecco Roma e Genova.

5_GreenHeartsCrowd_Genova_Italy_RepublicaDCIM100GOPRO

 

 

lungomare22.09.2014

 

 

A Terracina la partecipazione alla Settimana europea della Mobilità sostenibile di fatto mandava lo stesso messaggio, ridurre l’uso dei mezzi motorizzati anche per ritrovare una dimensione umana della vita quotidiana.

I cittadini e soprattutto i piccoli hanno potuto godere di un lungomare finalmente libero dalle auto, immagine che solo i loro nonni ricordano di aver visto una sessantina di anni fa quando la motorizzazione era nella fase iniziale.

 

 

 

Nella Settimana della Mobilità sostenibile il WWF Litorale Pontino tra le diverse iniziative ha sostenuto il pedibus che dovrà essere organizzato per permettere ai bambini di raggiungere a piedi e in sicurezza la propria scuola e la vela come mezzo di navigazione offshore totalmente sostenibile.

B
3 C

 

 

 

 

 

In particolare il WWF LP ha apprezzato l’iniziativa del Terracina Vela Club che nella giornata di lunedì 22 ha organizzato la gara Anxur Sailing Cup tra le due scuole medie cittadine nelle quali sta diffondendo la cultura della vela. Nella premiazione il WWF ha dato un piccolo contributo consegnando un cappellino a tutti i ragazzi dei due equipaggi.

1

 

 

Anche il sindaco ha potuto difendersi dai raggi solari indossando il cappellino del WWF.

Non molti ma ci siamo fatti sentire alla manifestazione per la riattivazione della linea ferroviaria Terracina-Fossanova, avevamo anche la Banda musicale!

A1

Nel secondo anniversario della caduta della frana sui binari tra La Fiora e Frasso la città di Terracina è stata attraversata da un corteo caratterizzato dallo slogan RIDATECI IL TRENO!

 

E’ lo slogan che scritto su uno striscione nell’anno trascorso è comparso nelle stazioni e nelle vie della città.

 

A2

L’augurio è che il prossimo anniversario vedrà non una protesta ma una festa popolare per la realizzata riapertura della linea.

 

 

 

 

A3A4

 

 

 

 

I nostri guai ferroviari su una rivista europea dedicata al trasporto su ferro

Scan10021

 

Sul numero di agosto della rivista Today’s RAILWAYS dedicato allo stato del trasporto ferroviario in Europa c’è, tra tante altre informazioni, una rassegna analitica Paese per Paese della Comunità.

 

 

 

 

 

 

Nella pagina dedicata all’Italia è inserito un riquadro dove sono presentate le situazioni locali in cui è in corso l’uso di bus sostitutivi del treno.

frana

 

Proprio qui viene pubblicata la foto della nostra linea con uno dei massi caduti sui binari.

La foto già pubblicata sul sito/blog del WWF Litorale Pontino ci venne cortesemente chiesta alcuni mesi fa.

 

 

 

 

 

La riattivazione della linea è diventata impellente. RIDATECI IL TRENO!

 

Nella Settimana Europea della Mobilità Sostenibile lo striscione “Ridateci il treno” occupa spazi istituzionali

1striscioneComune

 

Da ieri lo striscione “RIDATECI IL TRENO” , che è stato visto nelle stazioni di Terracina, Priverno, Latina e Roma Termini e sui balconi di tante case terracinesi, fa bella mostra di sé dalla terrazza coperta del Comune di Terracina.

 

 

 

Sono due anni che il treno non arriva più a Terracina. Occorre far sentire la voce della città nelle Istituzioni che devono procedere alla riattivazione della linea ferroviaria.

Domenica 21 settembre alle ore 18 partirà da piazza Mazzini un corteo per le strade del centro storico basso. Sono invitati l’Amministrazione comunale, i consiglieri comunali, i partiti, i sindacati, le associazioni, i cittadini.

IL TRENO E’ UN BENE COMUNE

Nella Settimana della Mobilità Sostenibile a Terracina manca il treno, mobilitiamoci!

FOTOI-PHONE 007

In questi giorni cade il secondo anniversario della caduta della frana sulla linea ferroviaria Terracina-Fossanova. La riattivazione del servizio ferroviario prevede tempi insostenibili e l’emergenza sta pesando oltre ogni limite sul flusso turistico e sugli spostamenti quotidiani di centinaia di cittadini costretti per lavoro o per studio a raggiungere Roma.

Oltretutto,  in città è palpabile la solita rassegnata passività dei cittadini e si nota la pochissima vivacità delle Istituzioni, Comune Partiti Sindacati.

 

 

 

 

 

 

striscionesullafrana

 

Nel primo anniversario una mobilitazione popolare portò un gruppo di cittadini fino al luogo della frana.

 

 

 

 

 

Poi, si è andati avanti stancamente tra un direttore generale alla Regione inquisito, una lenta realizzazione del progetto da parte della Rete ferroviaria e una ancora più distaccata conferenza dei servizi.

Questo secondo anniversario della frana cade durante la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile quasi a rimarcare l’assurdità dell’assenza del treno sui binari della stazione di Terracina.

Il WWF Litorale Pontino allora prende l’iniziativa di promuovere una manifestazione con lo scopo di sollecitare ancora una volta la riattivazione della linea e invita tutti, Istituzioni, Associazioni, cittadini, a partecipare sentendosi protagonisti.

La manifestazione è convocata per domenica 21 settembre alle ore 18 in piazza Mazzini da dove partirà per le vie del centro un corteo accompagnato dalle note del Corpo bandistico della città.

 

adesivo1

 

Per mantenere alta l’attenzione sulla questione e per aiutare la memoria di tutti a non dimenticare la vicenda del treno in questa settimana il WWF LP distribuirà migliaia di adesivi.

Mobilità sostenibile, anche Terracina aderisce alla Settimana Europea

intown“Dal 16 al 22 settembre si svolgerà in tutta Europa la Settimana della Mobilità Sostenibile. Promossa dalla Commissione Europea, la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile è diventata negli anni un appuntamento internazionale che ha l’obiettivo di incoraggiare i cittadini all’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi all’auto privata per gli spostamenti quotidiani. Gli spostamenti effettuati a piedi, in bicicletta o con mezzi pubblici, infatti, rappresentano modalità di trasporto sostenibile che, oltre a ridurre le emissioni di gas climalteranti, l’inquinamento acustico e la congestione, possono giocare un ruolo importante per il benessere fisico e mentale di tutti”.

 

Programma

 

 

 

A Terracina numerose associazioni coordinate dal Forum di Agenda 21 hanno collaborato alla stesura di un programma di attività che l’Amministrazione comunale ha fatto proprio.

 

 

 

 

Mappa_Tracciato

 

La giornata che uniformerà tutte le città europee sarà quella di lunedì 22 settembre quando una parte di ciascuna sarà chiusa completamente al traffico automobilistico.

A Terracina diventerà per la prima volta isola pedonale quasi l’intero lungomare.

 

 

Il WWF Litorale Pontino aderendo alla Settimana Europea mentre lamenta ancora una volta l’assenza del treno, mezzo sicuramente sostenibile su lunghe percorrenze, si augura che almeno alcune delle iniziative possano diventare stabili.

 

 

 

 

 

La gestione dei rifiuti comporta la responsabilità estesa del produttore di beni, un convegno a Roma del Consiglio nazionale della Green Economy

IMG_0618

La Comunità Europea ha determinato con l’emanazione di Direttive i principi fondamentali in materia di rifiuti, come la definizione di rifiuto, di recupero e di smaltimento. Ha, inoltre, imposto l’obbligo di autorizzazione per tutti i soggetti coinvolti nella gestione e quello di trattare i rifiuti in modo da evitare impatti negativi sull’ambiente e la salute umana, incentivando l’applicazione della “gerarchia dei rifiuti”, il rispetto del principio “chi inquina paga” e di responsabilità estesa del produttore.

 

 

«L’introduzione della responsabilità estesa del produttore nella presente direttiva è uno dei mezzi per sostenere una progettazione e una produzione dei beni che prendano pienamente in considerazione e facilitino l’utilizzo efficiente delle risorse e durante l’intero ciclo di vita, comprendendone la riparazione, il riutilizzo, lo smontaggio e il riciclaggio senza compromettere la libera circolazione delle merci nel mercato interno»
«1. Per rafforzare il riutilizzo, la prevenzione, il riciclaggio e l’altro recupero dei rifiuti, gli Stati membri possono adottare misure legislative o non legislative volte ad assicurare che qualsiasi persona fisica o giuridica che professionalmente sviluppi, fabbrichi, trasformi, tratti, venda o importi prodotti (produttore del prodotto) sia soggetto ad una responsabilità estesa del produttore. Tali misure possono includere l’accettazione dei prodotti restituiti e dei rifiuti che restano dopo l’utilizzo di tali prodotti, nonché la successiva gestione dei rifiuti e la responsabilità finanziaria per tali attività. Tali misure possono includere l’obbligo di mettere a disposizione del pubblico informazioni relative alla misura in cui il prodotto è riutilizzabile e riciclabile. (…) 3. Nell’applicare la responsabilità estesa del produttore, gli Stati membri tengono conto della fattibilità tecnica e della praticabilità economica nonché degli impatti complessivi sociali, sanitari e ambientali, rispettando l’esigenza di assicurare il corretto funzionamento del mercato interno. 4. La responsabilità estesa del produttore è applicata fatta salva la responsabilità della gestione dei rifiuti di cui all’articolo 15, paragrafo 1 [responsabilità del produttore iniziale], e fatta salva la legislazione esistente concernente flussi di rifiuti e prodotti specifici.”

L’Assemblea Nazionale Programmatica sulla Responsabilità Estesa del Produttore si terrà a Roma il 16 settembre 2014 dalle 9.30 alle 13.30 presso la sede ENEA in Via Giulio Romano 41.

Ecco il programma dettagliato dell’iniziativa, all’interno del quale si trova il link al form di registrazione online. INVITO_ASSEMBLEA_PROGRAMMATICA_responsabilità estesa_2014

L’iniziativa si iscrive nell’ambito dei lavori preparatori agli Stati Generali della Green Economy 2014 che si terranno il 5-6 novembre 2014 a Rimini Fiera in occasione della manifestazione Ecomondo-Key Energy-Cooperambiente.