Anche il Comune di Latina partecipa all’Ora della Terra 2014

EH14_banner_728_90

Il 29 Marzo 2014 torna Earth Hour – l’Ora della Terra, la più grande mobilitazione globale dei cittadini e delle comunità di tutto il Pianeta per la lotta al cambiamento climatico, promossa dal WWF Internazionale.

La prossima edizione di Earth Hour si svolgerà dalle 20.30 alle 21.30 di sabato 29 Marzo. Anche quest’anno l’Ora della Terra lascerà al buio monumenti, luoghi simbolo, sedi istituzionali, uffici, imprese e abitazioni private di tutto il mondo, coinvolgendo cittadini, istituzioni, imprese e testimonial nel cambiamento concreto che può garantire il futuro della vita sul pianeta e il benessere dell’uomo, contro un  riscaldamento globale  i cui effetti diventano sempre più evidenti e preoccupanti, e dunque va assolutamente fermato se vogliamo evitare che sconvolga  gli ecosistemi, le specie e la vita di milioni di persone: bisogna azzerare le emissioni di gas serra e scegliere le tecnologie del futuro, quelle rinnovabili ed efficienti. In tal senso Earth Hour è un invito a unirsi per “moltiplicare le energie”.

In provincia di Latina stanno crescendo le adesioni dei Comuni che per dare un messaggio ai propri cittadini spegneranno un monumento simbolo della città.

Oggi ai comuni di Aprilia, Bassiano, Sezze, Sonnino e Terracina si è aggiunta Latina.

Latina-Palazzo-Comunale

 

Il Comune di Latina aderirà all’iniziativa dell’Ora della Terra, prevista per sabato 29 marzo 2014, con lo spegnimento simbolico dell’illuminazione del Palazzo Comunale dalle ore 20:30 alle 21:30.

Inoltre, l’Energy Manager del Comune di Latina ha comunicato che al fine di contribuire alla riduzione delle emissioni di CO2  il 18 febbraio 2014 è stato approvato all’unanimità in Consiglio Comunale il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) legato all’iniziativa Europea “Patto dei Sindaci”. L’amministrazione ha attivato negli ultimi anni una serie di azioni per la riduzione dei consumi energetici, ad esempio effettuando azioni di efficientamento dell’illuminazione pubblica e attuando la conversione a LED degli impianti semaforici. Solamente queste due azioni hanno comportato una riduzione dei consumi elettrici annui di circa 1.000 MWh.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...